AMATI.M insieme alle Associazioni dei Pazienti Endocrini italiane

L'Amati.m ha partecipato a Roma al tavolo nazionale del Comitato delle Associazioni dei Pazienti Endocrini (C.A.P.E.) per confrontarsi con le altre associazioni, portare la propria esperienza e coordinarsi per le attività relative alla Settimana Mondiale della Tiroide (SMT). Il C.A.P.E. è stato fondato nel 2011ed è costituito, ad oggi, da 14 associazioni di pazienti dislocate sull'intero territorio italiano, tutte senza scopo di lucro e costituite da volontari, come Amati.m.  

L'incontro del 15 marzo scorso a Roma è stato l'occasione per condividere la visione di Amati.m sull'importanza della prevenzione tiroidea anche in sede nazionale. Infatti, grazie alla donazione del kit per le ecografie tiroidee ricevuta da parte del Trust Carla Pepi e il sostegno della Banca di Credito Cooperativo di Civitanova Marche e Montecosaro, è possibile continuare a fare prevenzione tramite gli screening tiroidei, attività caratterizzante la nostra associazione. 

Il Presidente, la D.ssa Cristina Bolzicco, ha inoltre informato i presenti che l’Associazione dei Malati Tiroidei delle Marche offre ai propri associati la CARD del Socio AMATI.M che dà diritto a loro e ai loro familiari di godere di particolari condizioni di favore presso le strutture convenzionate.
Tra queste, una ecografia tiroidea ad una tariffa particolarmente agevolata e una serie di scontistiche per prestazioni sanitarie in regime privato, che insieme alla garanzia da parte delle strutture di offrire le prestazioni entro 48 ore dalla prenotazione, rendono la card del Socio Amati.m uno strumento prezioso sia per i suoi 
possessori che per i loro familiari. Per tale ragione, in un'ottica di condivisione di esperienze, la D.ssa Bolzicco ha suggerito al C.A.P.E. e alle altre 13 associazioni che ne fanno parte, di voler considerare la possibilità di siglare accordi simili ognuna nel proprio territorio, seguendo l'esempio di Amati.m, che per prima ed unica in Italia nel suo ambito, fin dallo scorso anno ha introdotto questa importante novità per sostenenere concretamente i suoi iscritti e i loro familiari e che può di fatto esser considerato un progetto pilota, replicabile anche altrove.

Infine, per poter diffondere e dare comunicazione alle attività che vengono svolte dalle associazioni sul territorio, alla riunione è stata distribuita ala versione cartacea della nostra "Newsletter", il nostro giornalino informativo cartaceo, disponibile anche qui, che offre spunti di riflessione e racconta l'impegno che i volontari dell'Associazione dei Malati Tiroide delle Marche profondono con entusiasmo nelle attività organizzate nell'arco dell'anno.

 Il prossimo appuntamento con le altre associazioni del C.A.P.E sarà alla presentazione delle attività della Settimana Mondiale della Tiroide a maggio.